A tutta… Coez!

Domenica 27 agosto si è conclusa la 19ª edizione dell’ FDB Festival di Fabrica di Roma. Potremmo stare ore ed ore a parlare di quanto sia figa ed importante questa manifestazione musicale, ma per chi c’è stato sa perfettamente a cosa mi riferisco, quindi per chi se lo fosse perso e sta leggendo questo articolo vi invito a venire l’anno prossimo, ovviamente per assaggiare dell’ottimo cibo, gustarsi fantastiche birre e giustamente ascoltarsi una tre giorni pazzesca di buona musica! Una menzione speciale va fatta però a Massimiliano Scarponi e tutto il suo staff che insieme alla proloco di Fabrica di Roma hanno organizzato nei minimi dettagli il festival e ci hanno accolti come fossimo dei fratelli. Massimiliano, insieme a Giuseppe Pacelli, Martino Pugliese, Diego Testaguzzi mossi dalla sola passione sono riusciti ad organizzare insieme ai loro ragazzi (per citarne alcuni: Federica Mascagna, Martina Basili, Fabio de Iaco, Gregorio Pozzo e Davide Ceccarelli) , un qualcosa di irripetibile e fantastico. Per tutte le persone che puntualmente scrivono sotto i vari profili social degli artisti quando andranno a suonare nella loro città, la risposta è un team come quello dell’FDB. Un team che si è mosso, non è stato fermo a guardare (o leggere in questo caso), ed ha iniziato ad attivarsi regalando ad oltre 5mila persone (record assoluto di  ingressi) una serata magica e, probabilmente, un po’ di mal di gola vista la forza con cui cantavano le canzoni di Coez. Avete letto bene, 5 mila persone a Fabrica di Roma! Io non volevo crederci, ma la risposta delle persone è stata a dir poco entusiasmante. Sul palco in apertura...

Sviet Margot @ Subway Webradio

Come ogni mercoledì, appuntamento con UniWeb Tour, il giro d’Italia acustico degli artisti emergenti in diretta sulle web radio delle principali università italiane in collaborazione con RED&BLUE.  Questa settimana ospiti in studio gli SVIET MARGOT, band romana attiva giá da diversi anni. “Scintille sulle labbra” è la versione italiana di “Gold Sparkles”, il secondo singolo estratto dall’album “Glance to infinity” il secondo della band, uscito il 19/05/2016, un intrigante «viaggio» attraverso canzoni dal mood accattivante e ballabile, ed altre con atmosfere eleganti ed intime, create da una voce morbida e cristallina su una base musicale grintosa. Ispirazione e sonorità inglesi sono indie rock, con gocce di jazz e un pizzico di progressive. I testi esprimono immagini visionarie e poetiche. Questo «viaggio» musicale è un invito a dare uno sguardo all’infinito, a guardare oltre i propri limiti, veicolati dalla musica! L’album è distribuito sui digital stores in tutto il mondo (Plastic Head, CODE 7, Goodfellas, Mondadori, Spotify, iTunes, etc.). Il video del primo singolo “Simply sunny blue” (tratto da “Glance to infinity”) è in grafica di animazione. Canzone e video, dicono: “La vita è fatta di luce ed ombra. Quando sei da troppo tempo all’ombra, e stai andando fuori di testa sotto il peso degli ostacoli da affrontare, desideri fortemente cambiare vita, … ma poi ..torni a sorridere guardando semplicemente un cielo blu assolato!! .. La vita è piena di sorprese!!“. Il video del secondo singolo, in grafica di animazione come il primo, è in doppia versione: “Gold sparkles” e “Scintille sullelabbra”. Canzone e video raccontano che: “L’amore è in armonia quando vive in un continuo equilibrio dinamico! Dall’unione degli opposti possono nascere le cose più belle...

SCHOOL OF KICKS: JORDAN 1

Jordan 1 I primi anni di Jordan nel mondo dei Pro furono all’insegna dei rifiuti. Dopo essere stato scelto come III° scelta al Draft del 1984, Michael Jordan dovette subire anche lo smacco di un rifiuto da parte di adidas che non lo volle come testimonial. Ma spesso, si sa che è nei momenti di difficoltà che nascono grandi fortune. Così MJ arrivò alla corte di una giovane azienda di scarpe sportive chiamata Nike. Nulla fu più come prima. In quell’anno, 1984, nacque la leggenda delle Air Jordan. E come ogni leggenda che si rispetti, non poteva mancare un pizzico di mistero in questa affascinante storia. La versione ufficiale racconta di come la Nike preparò per Air Mike un modello di scarpe dagli insoliti colori Nero/Rosso che furono prontamente “bannate” dalla NBA. Il motivo? Le scarpe non si abbinavano alle divise della squadra e alle altre calzature dei suoi compagni di squadra. A causa di quelle che poi conosceremo come Jordan Bred, Mike sarebbe stato multato di 5000$ per ogni gara giocata con quelle scarpe ai piedi. Questa bizzarra decisione divenne oro per gli uomini di Nike che videro in tutta questa storia il potenziale per una fantastica quanto redditizia campagna pubblicitaria, la quale fu realizzata in quattro e quattr’otto contribuendo all’esplosione commerciale delle Nike Air Jordan. La realtà invece fu ben diversa. Il 18 Ottobre 1984, MJ disputò una partita di Pre-Season contro i NY Knicks indossando un paio di Air Ship, una sorta di prototipo delle future Jordan 1, rosse e nere. Qualche mese dopo, in seguito a trattative e discussioni, la NBA inviò una lettera ai...

Turbe Giovanili di Fabri Fibra (Recensione)

«Neffa un giorno mi telefonò per dirmi che aveva recuperato delle basi dal suo vecchio hard disk. Questo album è dedicato a tutti i turbati distratti che insistono a credere in questa scena che ancora continua a darci energia. Personalmente non smetterò mai di credere in ognuno di voi, da chi mi ama, a chi mi odia, chiunque scrive o produce, chiunque balla o dipinge, chi lo fa da un anno e chi da una vita. In memoria di DJ Ciso.» Se ora dovesse urlare “su le mani“; non sarebbero più due cani, ma probabilmente 2 mila. Si vedrebbero mani in alto nel tentativo di far capire che quel disco è stato ascoltato, comprato e di ispirazione per tutti. Un disco che ha raccontato le Turbe di quei ragazzi da quel febbraio del 2002. Da lì, da quel momento Fabri Fibra è uscito con il suo primo lavoro ufficiale, uscito con le sue “Turbe Giovanili“. Il rap nasce dalla strada, è una voce che si erge sopra le altre per poter parlare di quella vita che spesso non vogliamo vedere, come scimmie addomesticate a non parlare, non sentire e non vedere. Lui quelle cose però le ha viste e le ha vissute, lui è quella voce di quella gente, di quella Italia fatta di strada, uffici, famiglia, tossici, paure e paranoie e da lì “Scattano le Indagini” di questo meraviglioso disco. La storia narra di un Neffa ormai stanco, che consigliava a Fibra di parlare più direttamente, di evitare troppi tecnicismi e quando decise di smettere donò al rapper marchigiano il suo ultimo lavoro musicale. Un intero disco di beat di Neffa, colui che per tutti era il rapper...

Alessio Follieri : Ti racconto di lei

Sono le 20:00 di una calda serata italiana, la nazionale di Antonio Conte ha appena matato il torero spagnolo. King kong Chiellini e il bell’imbusto Graziano Pelle fanno sognare un popolo intero. Corro a prendere la macchina, ma la destinazione non sarà la piazza centrale della citta a suonare clacson e a sbandierare una bandiera da 10 anni chiusa dentro un cassetto, mi aspetta un’ intervista . Mentre percorro la strada mi maledico nell’essermi preso questo incarico. Ragazzi in festa, bandieroni e trombette italia ’90… “Ora scendo e a fanculo tutto” sì, sono onesto il pensiero mi ha pervaso , ma neanche il tempo di finirlo che sono arrivato a destinazione. Microfono, cavi e registratore in mano. Sono pronto… “Buonasera Alessio, posso fargli 2 domande per la nostra web radio? ” Lui con una gentilezza disarmante acconsente. Ad ogni domanda posta ricevo risposte che mi fanno capire che forse ne è valsa la pena. Educato, colto ed umile, una persona veramente squisita che poche volte si ha la possibilita di incontrare nella propria vita. Ecco a voi l’ intervista di Andrea Multari ad Alessio Follieri PRESS...

Soul of a Supertramp in vinile!!

Tennen Records ci riprova e questa volta ha deciso di stampare un disco molto più recente. Per la prima volta in vinile verrà pubblicato Soul of a Supertramp  il disco d’esordio di Mezzosangue . Sicuramente per i fan del genere non servono molte parole per descrivere il rapper romano con il passamontagna ed è sicuramente un grandissimo traguardo per chi ha sempre voluto donare la sua musica al pubblico, infatti ricordiamo che questo lavoro è totalmente in free download . Tannen Records ha scelto di inserirlo nella sua collana dedicata ai dischi rap, Vinili Doppia H, di fianco a titoli che hanno già segnato la storia, per richiamare l’attenzione anche sul talento e la qualità dei rapper della nuova generazione. Il vinile di Soul of a Supertramp esce in edizione limitata: 1000 copie numerate a mano in vinile gatefold 180 grammi di cui le prime 500 in vinile nero con tracce irregolari di bianco e viola. I preordini del vinile partiranno alle 11 di venerdì 15 aprile dallo store di Tannen Records http://tannenrecords.bigcartel.com/. L’uscita è prevista per martedì 19...