Magdi Cristiano Allam, “Islam, siamo in guerra”

“Islam, siamo in guerra” È questo il titolo dell’ultimo libro di Magdi Cristiano Allam. Noi di Subway Webradio l’abbiamo incontrato oggi 25 giugno nella Sala Conferenze di Palazzo Gentili. Tema centrale dell’intervento è proprio l’Islam, quell’islam che Allam ha lasciato per legarsi a quella che oggi dichiara con fierezza essere la sua fede, il cristianesimo. Ai nostri microfoni parla di Jihad, di un Islam estremista che diffonde odio e paura in nome di un dio, Allah. Il giornalista con le sue parole prende posizioni molto nette, per tratti anche discutibili. Articolo scritto da Diana Giacobbi. Di seguito vi proponiamo l’intervista audio realizzata da Diana Giacobbi e Andrea Multari. PRESS...

Giovanni Floris : La prima regola degli Shardana

“In fondo è vero: è nel momento più basso, è lì che si tirano fuori le risorse, è lì che nasce una squadra…” Il sole è alto nel cielo, i gradini di una piccola chiesetta accolgono giovani coppie intente a compiacersi, una mamma, esaurita, rincorre il frutto del suo errore attratto dai palloncini di una città in festa… e poi ci siamo noi seduti al tavolino di questo bar alle prese con un intervista da preparare ma con la testa al mare. Magari proprio a quel mare di Sardegna con le acque limpide e cristalline che fanno da cornice al romanzo di Giovanni Floris , “ La prima regola degli Shardana”. Oggi è il 24 Giugno e noi di Subway Web Radio ci troviamo in quel di Caffeina , una delle manifestazioni culturali più importanti che la citta di Viterbo abbia accolto, ai nostri microfoni poco fa è intervenuto Giovanni Floris parlandoci del suo ultimo libro. Una trama ricca di colpi di scena, avvincente come un film. Giovanni Floris sorprende tutti con una nuova, folgorante declinazione della commedia all’italiana: “la commedia alla sarda.” Al centro, quattro personaggi indimenticabili: Giuseppe, il giornalista; Raffaele, imprenditore che ha vissuto un’unica stagione da leone e sogna la riscossa; Sandro, il buffone ; Michela,  la ragazza dagli occhi verdi decisa a salvare gli amici da se stessi – mentre sogna Raffaele. Ecco a voi l’intervista a Giovanni Floris fatta da Andrea Multari e Gabriele Mazzetti : M: Da dove nasce l’idea di scrivere questo libro? F: Ma in realtà te lo chiedono perché fai televisione, quindi cogli l’ occasione, perché scrivere è la cosa più bella, fare un libro è...

Marco Tardelli, una vita da “Tutto o Niente”

Ai giorni nostri abbiamo la possibilità di rivivere con la scrittrice Sara Tardelli figlia d’arte del omonimo campione mondiale del calcio nazionale, Marco Tardelli, la vita di suo padre intitolata “Tutto o Niente” dalla sua infanzia fino ad oggi, ed integrata con il punto di vista di alcuni retro scene vissute dalla scrittrice stessa,  dipingendo il campione sotto ogni suo lato sia pubblico, che privato. Durante l’intera opera letteraria si descrivono vari aneddoti nel quale lo stesso campione ci rende partecipe durante la presentazione del libro stesso, secondo la scrittrice il ripercorrere tutta la vita  di suo padre a fortificato il loro legame. Alla fine dell’evento lo stesso Marco Tardelli si concede ai nostri microfoni: Al quesito se nel libro quando si parla di togliersi i “sassolini dalle scarpe” lei li ha tolti per una sua rivincita “personale”? il campione ci risponde che non si è tolto nessun sassolino dalle scarpe in quanto il calcio gli ha dato molto, e se il suo mondo vuole dargli altro lui per questo gli è molto grato. Successivamente abbiamo ripreso il titolo del libro per capire se il campione è piu propenso per il tutto o per il nulla? A tal quesito lo stesso marco afferma che nel voler avere tutto molto spesso si rimane con il nulla, affermando che a lui gli sono capitati entrambi i casi, con il procedere dell’intervista il sig. Tardelli ripercorre con noi a grandi linee la sua felice infanzia vissuta in una “grandissima famiglia”. Successivamente abbiamo fatto un termine di paragone con il giocatore Bonucci ,in quanto entrambi hanno vinto 5 scudetti con la maglia della juventus e qui lo stesso Tardelli ci riferisce di...