Marco Tardelli, una vita da “Tutto o Niente”

Ai giorni nostri abbiamo la possibilità di rivivere con la scrittrice Sara Tardelli figlia d’arte del omonimo campione mondiale del calcio nazionale, Marco Tardelli, la vita di suo padre intitolata “Tutto o Niente” dalla sua infanzia fino ad oggi, ed integrata con il punto di vista di alcuni retro scene vissute dalla scrittrice stessa,  dipingendo il campione sotto ogni suo lato sia pubblico, che privato. Durante l’intera opera letteraria si descrivono vari aneddoti nel quale lo stesso campione ci rende partecipe durante la presentazione del libro stesso, secondo la scrittrice il ripercorrere tutta la vita  di suo padre a fortificato il loro legame. Alla fine dell’evento lo stesso Marco Tardelli si concede ai nostri microfoni: Al quesito se nel libro quando si parla di togliersi i “sassolini dalle scarpe” lei li ha tolti per una sua rivincita “personale”? il campione ci risponde che non si è tolto nessun sassolino dalle scarpe in quanto il calcio gli ha dato molto, e se il suo mondo vuole dargli altro lui per questo gli è molto grato. Successivamente abbiamo ripreso il titolo del libro per capire se il campione è piu propenso per il tutto o per il nulla? A tal quesito lo stesso marco afferma che nel voler avere tutto molto spesso si rimane con il nulla, affermando che a lui gli sono capitati entrambi i casi, con il procedere dell’intervista il sig. Tardelli ripercorre con noi a grandi linee la sua felice infanzia vissuta in una “grandissima famiglia”. Successivamente abbiamo fatto un termine di paragone con il giocatore Bonucci ,in quanto entrambi hanno vinto 5 scudetti con la maglia della juventus e qui lo stesso Tardelli ci riferisce di...