Pierluigi Battista: “Mio Padre era fascista”

Solo un aggettivo basterebbe per descrivere l’intervento al cortile del Palazzo dei Priori dell’autore Pierluigi Battista: emozionante.

L’editorialista del Corriere della Sera, giornalista tv e scrittore Pierluigi Battista ha presentato il suo romanzo “Mio Padre era fascista” attraverso un reading teatrale che ha proiettato gli spettatori all’interno della visione prima adolescenziale, e poi adulta, del padre dell’autore.
Un genitore double face che se dal lato esterno corrispondeva perfettamente all’identikit del borghese italiano del dopoguerra, all’interno nascondeva un’anima fascista.
Il lettore può capire ciò, attraverso gli occhi dello scrittore, che in età adolescenziale era in completo conflitto con l’ideale del genitore e se da una parte veniva trattato normalmente come un padre tratta suo figlio, dall’altro veniva tormentato dalla volontà del padre di fargli assaporare e inghiottire gli ideali fascisti che lo avevano plasmato nella sua vita. E tutto questo avveniva normalmente nella vita di tutti i giorni, passando davanti al Foro Italico, girovagando per Latina, visitando dei musei. La situazione rimase immutata sino al giorno del “Rogo di Primavalle” un attentato da parte dei militanti comunisti contro l’abitazione dell’amico fascista del padre dell’autore. La casa venne data alle fiamme durante la notte e persero la vita due dei quattro figli del militante del movimento sociale. Tutto questo distrusse le certezze di Pierluigi Battista che si ritrovò a schifare gli ideali politici perché colpevoli di istigare odio. Il tempo passò sino a quando, nel 1990, il genitore morì, lasciando il mondo dopo una stato, durato qualche anno, di quietanza verso la politica e il suo animo fascista. Lo scrittore non subì inizialmente il lutto, l’esplosione di dolore dovuta alla scomparsa del padre esplose verso l’esterno con il suo carico di dolore solamente 5 anni dopo, quando durante un convegno tenutosi a Fiuggi crollò il partito del Movimento Sociale Italiano, dalle cui ceneri, nello stesso giorno, nacque Alleanza Nazionale.

Di seguito potete ascoltare l’intervista di Alessio Colotti a Pierluigi Battista.

Articolo di Gabriele Mazzetti

Per ascoltare l ‘ intervista PRESS PLAY!