Wallada: “Cammino orgogliosa per la mia strada”

Un caldo pomeriggio estivo, le vie del centro che iniziano ad affollarsi e Caffeina che si tinge dei colori dell’Andalusia. Le poesie della principessa Omeya Wallada riecheggiano nella mia mente e mi riportano ai profumi, ai colori dei paesaggi arabi a me familiari.

Ribelle, impavida, donna fatale, coraggiosa, semplicemente la donna-simbolo della libertà femminile dell’XI secolo.
Tutto questo e molto altro nella raccolta di poesie “Cammino orgogliosa per la mia strada” edita da FusibiliaLibri.
L’intervista ai curatori del libro, Dona Amati e Claudio Marrucci.

[Articolo scritto da Diana Giacobbi ]

Per ascoltare l’ intervista PRESS PLAY