Nada Malanima: “Leonida e l’amore spartito per sempre”

L’arte della scrittura è la dote che maggiormente, per questioni inerenti la semantica, si ricollega alle attitudini del cantautorato.

Di tale precetto ne ha fatto sicuro tesoro Nada Malanima che rappresenta, nella moltitudine di sfaccettature del suo carattere, un’avvincente scrittrice, una valida attrice a teatro ma soprattutto una superba esponente di spicco del vastissimo e variopinto mondo dell’interpretazione di canzoni personalmente composte.

Nella suggestiva cornice di Piazza San Lorenzo in Viterbo, durante la manifestazione Caffeina 2016, la poliedrica artista ha presentato con enfasi la sua ultima fatica letteraria intitolata “Leonida” e, quindi, noi di Subway Webradio, abbiamo piacevolmente colto l’occasione per sanare la nostra curiosità a riguardo.

Legandosi indissolubilmente all’ultima fatica discografica “L’amore devi seguirlo” la storia narra le vicissitudini di Leonida, ragazza impassibile agli eventi della vita, che si allontana dalla propria famiglia, da un’infanzia dove l’aspetto affettivo è stato carente e da tutti gli affetti, partendo dalla figlia non voluta sino alla madre che non ha voluto adempiere al suo ruolo genitoriale.

Nel buio imperforabile di tale stato quiescente interviene un regalo, che probabilmente non voleva neanche essere tale, che porterà la protagonista ed il lettore ad intraprendere un viaggio, collegato a doppia mandata con i sentimenti più intimi di ciascun individuo, in grado di regalare l’esatta cognizione dell’importanza dell’amore, condizione imprescindibile per essere figlia, madre, compagna o più semplicemente un individuo felice.

“Leonida” si pone come un racconto, un percorso, un susseguirsi di contenuti importanti e semplici; è, a ben vedere, una lettura scorrevole ma pregna di riflessioni sull’argomento più indecifrabile che esiste: l’amore.

[Articolo scritto da Samuel Schiaffino]