SCHOOL OF KICKS: JORDAN 1

Jordan 1

I primi anni di Jordan nel mondo dei Pro furono all’insegna dei rifiuti. Dopo essere stato scelto come III° scelta al Draft del 1984, Michael Jordan dovette subire anche lo smacco di un rifiuto da parte di adidas che non lo volle come testimonial. Ma spesso, si sa che è nei momenti di difficoltà che nascono grandi fortune.

Così MJ arrivò alla corte di una giovane azienda di scarpe sportive chiamata Nike.

Nulla fu più come prima.

j2

In quell’anno, 1984, nacque la leggenda delle Air Jordan. E come ogni leggenda che si rispetti, non poteva mancare un pizzico di mistero in questa affascinante storia.
La versione ufficiale racconta di come la Nike preparò per Air Mike un modello di scarpe dagli insoliti colori Nero/Rosso che furono prontamente “bannate” dalla NBA.
Il motivo? Le scarpe non si abbinavano alle divise della squadra e alle altre calzature dei suoi compagni di squadra. A causa di quelle che poi conosceremo come Jordan Bred, Mike sarebbe stato multato di 5000$ per ogni gara giocata con quelle scarpe ai piedi.
Questa bizzarra decisione divenne oro per gli uomini di Nike che videro in tutta questa storia il potenziale per una fantastica quanto redditizia campagna pubblicitaria, la quale fu realizzata in quattro e quattr’otto contribuendo all’esplosione commerciale delle Nike Air Jordan.

La realtà invece fu ben diversa.

Il 18 Ottobre 1984, MJ disputò una partita di Pre-Season contro i NY Knicks indossando un paio di Air Ship, una sorta di prototipo delle future Jordan 1, rosse e nere. Qualche mese dopo, in seguito a trattative e discussioni, la NBA inviò una lettera ai dirigenti Nike nel quale si certificava che le Air Ship Nere/Rosse non erano ammesse dalla NBA per i motivi spiegati prima.
Attualmente non esistono immagini di Michael Jordan con le Bred ai piedi durante la sua prima stagione in NBA.

L’8 Novembre 1984 Michael indossò per la prima volta le Jordan 1 durante un match NBA nella colorazione “Chicago”. Il debutto ufficiale delle Bred, ci fu invece durante lo Slam Dunk Contest del 1985, ma non essendo una gara ufficiale, la NBA non poté contestare nulla alla Nike e ad Air Mike.

 

Curiosità

  • La storia delle “Banned” fu confermata da Michael durante un’ospitata al David Letterman Show. Nel 2016 fu prodotta una Jordan 1 ispirata ai colori della tuta che Michael indossava quella sera
  • Il Retail Price delle Jordan 1 era di 65$
  • MJ indossò le Jordan 1 durante Gara 2 dei playoff 1986 quando segnò la mostruosa cifra di 63 punti. Quella sera Larry Bird disse: “Questa sera in campo c’era Dio travestito da Michael Jordan”
  • Michael inizialmente non voleva indossare le J1 per paura di essere etichettato come un pagliaccio
  • Il primo contratto con Nike prevedeva un compenso di 2,5 milioni di $ per cinque anni più una percentuale su ogni scarpa venduta.

RELEASE DATE: 1985

DESIGNER: PETER MOORE

Se Tinker Hatfield viene considerato come il grande genio dietro il marchio Jordan, non dimentichiamo che tutto ebbe inizio grazie a Peter Moore. Il designer americano creò infatti il primo modello di scarpe per Air Mike, e fu anche l’inventore del logo “wings”. Successivamente passò ad adidas e realizzò lo stemma “Three Bars” spesso associato all’universo adidas Equipment.

MODELLI:

1985 – BRED

1985 – CHICAGO

1985 – ROYAL BLUE

1985 – SHADOW

1985 – BLACK TOE

1985 – NATURAL GREY

1985 – COLUMBIA

1985 – WHITE BLACK

1986 – WHITE BLUE

1986 – METALLIC

1986 – AJKO

1994 – 1° RETRO LINE

2001 – MID TOP LINE

SONG:

LL COOL J – Rock The Bells

j3

 

Articolo di Claudio Bruni

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *